Ventimiglia (IM) *prorogata* fino al 21 febbraio 2012: FOIBE E CRIMINI IN JUGOSLAVIA 1941-1945

 

Fonte: SanremoNews

Ventimiglia: al Chiostro di Sant’Agostino prosegue con successo la mostra ‘Foibe e crimini in Jugoslavia 41-45’
Prosegue con successo di critica e di pubblico la mostra su ‘Foibe e crimini fascisti in Jugoslavia 1941-1945”, organizzata dall’Associazione culturale intemelia XXV Aprile/Arci fino al 14 febbraio [PROROGATA FINO AL 21 FEBBRAIO] con orario 9-19 nel chiostro di S. Agostino – Biblioteca civica,  via Cavour, a Ventimiglia. L’esposizione è composta da 28 pannelli e manifesti fotografici ed è  strutturata in due sezioni strettamente intrecciate dal punto di vista storico e documentario: “fascismo-foibe-esodo”, edita dall’Associazione nazionale Aned ex deportati ed internati, e “crimini fascisti in Jugoslavia 1941-1945”   a cura di Resistenza storica – CNJ.

Con un documentato excursus storico l’esposizione ripercorre il succedersi dei drammatici eventi: dall’origine –  (italianizzazione forzata e violenta dell’Istria assegnata all’Italia dai trattati di pace  dopo la 1^ guerra mondiale), – all’occupazione  italiana della Jugoslavia  nel 1941 con le  deportazioni e i crimini fascisti,  alle foibe, all’esodo. Vengono anche contestualizzati i fatti e gli antefatti senza reticenze e omissioni inserendoli nella cornice storica che li ha determinati.

La mostra si prefigge l’obiettivo, sulle foibe di contrastare  manipolazioni e  strumentalizzazioni ideologiche, persino razziste,  soprattutto in occasione della “giornata del ricordo” e, sui crimini italiani  in Jugoslavia, di fornire uno strumento didattico e culturale che serva da stimolo per colmare un grave “vuoto” di informazione nella memoria storica collettiva, soprattutto nei giovani,  per ricordare, riflettere ed imparare dalla storia a non ripetere gli stessi errori e le stesse tragedie, a recuperare ulteriormente e a rafforzare con sempre più ampia consapevolezza i valori della Resistenza antifascista. L’ingresso è libero e gratuito.

Francesco Mulè

Le reazioni scomposte della lobby neo-irredentista e dei nazionalisti:
* azione di disturbo dei militanti de La Destra: su SanremoNews e su Riviera24.it
Riceviamo e volentieri pubblichiamo (14 Febbraio 2012):
A fronte delle minacce contenute nei comunicati dei fascisti verso la Ass. XXV Aprile e verso il Comune perché ha concesso l’utilizzo di locali comunali come la Biblioteca,  è stata formalmente chiesta alla Commissione prefettizia la proroga della esposizione fino alla prossima settimana.
Si è pensato di organizzare comunque un presidio antifascista a Ventimiglia per sabato 18 Febbraio …
This entry was posted in attualità e iniziative, segnalazione fonti, su di noi, mostre and tagged , , , , , , , . Bookmark the permalink.

One Response to Ventimiglia (IM) *prorogata* fino al 21 febbraio 2012: FOIBE E CRIMINI IN JUGOSLAVIA 1941-1945

  1. admin says:

    in data 18/2/2012 riceviamo e volentieri diffondiamo:

    L’esposizione delle mostre fotografiche e documentarie allestite dall’Associazione culturale XXV Aprile/Arci presso la biblioteca aprosiana di Ventimiglia su “fascismo foibe esodo” e “crimini fascisti in Jugoslavia 1941-1945”, è stata prorogata fino al prossimo martedì 21 febbraio.

    In effetti, dopo la manifestazione fascista di contestazione inscenata dalla destra davanti alla biblioteca civica con la minacciosa richiesta al comune di revocare l’autorizzazione e di far chiudere immediatamente la mostra, l’Associazione XXV Aprile ha chiesto ed ottenuto dalle autorità comunali lo spostamento della data di chiusura.

    I contestatori fascisti tra l’altro avevano di fatto minacciato con cartelli e volantini le autorità comunali, insultato l’Associazione culturale XXV Aprile/Arci e i suoi aderenti e contestato il valore e i contenuti dell’esposizione stessa che con una seria documentazione storica denuncia l’orrore dei crimini fascisti commessi in Jugoslavia durante l’occupazione italiana e il dramma delle foibe e dell’esodo.

    L’Associazione culturale intemelia XXV Aprile/Arci, nel condannare ancora una volta l’iniziativa fascista perpetrata davanti alla biblioteca, invita la cittadinanza e le forze politiche sociali e culturali alla vigilanza e ad operare con sempre più determinazione perché si affermino nella società la cultura dell’antifascismo ed i valori ed i principi insiti nella nostra Costituzione, della solidarietà, della giustizia, dell’uguaglianza e della pace tra i popoli.

    L’associazione XXV Aprile/Arci invita inoltre la cittadinanza, ed in particolare i giovani, a visitare l’esposizione. Essa è composta da 28 pannelli e manifesti fotografici ed è strutturata in due sezioni strettamente intrecciate dal punto di vista storico e documentario: “fascismo-foibe-esodo” è edita dall’Associazione nazionale Aned ex deportati ed internati, e “crimini fascisti in Jugoslavia 1941-1945” è a cura di Resistenza storica-CNJ.

    La mostra si prefigge l’obiettivo, sulle foibe di contrastare manipolazioni e strumentalizzazioni ideologiche, persino razziste, e, sui crimini italiani in Jugoslavia, di fornire uno strumento didattico e culturale che serva da stimolo per colmare un grave “vuoto” di informazione nella memoria storica collettiva, soprattutto nei giovani, per riflettere ed imparare dalla storia a non ripetere gli stessi errori e le stesse tragedie e a recuperare ulteriormente e con sempre più ampia consapevolezza i valori della Resistenza antifascista.

    Sugli argomenti la biblioteca dell’Associazione XXV Aprile mette a disposizione anche saggi storici e pubblicazioni varie editi dalla Casa editrice Kappavu di Udine per ulteriori approfondimenti.

    La mostra rimarrà aperta dalle 9 alle 19 fino al 21 febbraio nel chiostro di S. Agostino, biblioteca civica A. Aprosio – via Cavour, Ventimiglia.

    L’ingresso è libero e gratuito

    Associazione culturale intemelia XXV Aprile/Arci

    Info 3407359368

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.