GIORNO DEL RICORDO 2024: LE INIZIATIVE

Nei prossimi giorni sono previsti incontri e conferenze degli storici del gruppo di ResistenzaStorica, eventi di approfondimento legati al tema del Giorno del Ricordo e a quello “delle più complesse vicende del confine orientale” troppo spesso lasciate in disparte a fronte di una narrazione mainstream a senso unico di stampo antistorico, revisionista, nazionalista, quando non proprio marcatamente neo-fascista.

Anche in queste settimane la “guerriglia culturale” verrà portata avanti!

Di seguito il riepilogo degli appuntamenti:

Reggio Emilia, giovedì 25 gennaio 2024

alle ore 21 presso il Centro Sociale Gatto Azzurro, Via del Gattaglio 30

Norma Cossetto – Utilità e mito di una falsificazione storica

Dibattito con Claudia Cernigoi

Reggio Emilia, sabato 3 febbraio 2024

alle ore 16 presso Ghirba, Via Roma 76

Foibe – Scelte politiche e responsabilità dello stato dal dopoguerra a oggi

Interverranno Alessandra Kersevan, Piero Puric, Davide Conti

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 1 persona e testo
Potrebbe essere un'immagine raffigurante il seguente testo "Giovedì 25 gennaio 21.00 Centro Sociale Gatto Azzurro NORMA COSSETTO UTILITÀ E MITO DI UNA FALSIFICAZIONE STORICA Dibattito con l'autrice 1 Claudia Cernigoi scrittrice di vari libri ll'argomento tra quali "Operazione Foibe""

Giovedì 1° febbraio 2024

EVENTO ON-LINE via Webex

https://anpi-zwc.my.webex.com/anpi-zwc.my/j.php…

Sezione ANPI Lussemburgo, ore 19:00

Conferenza di Alessandra Kersevan

L’OCCUPAZIONE MILITARE DELL’ITALIA FASCISTA IN GRECIA E YUGOSLAVIA (1940-1943)

Evento organizzato dalla sezione Anpi Lussemburgo


Presentazione della ricerca storica: Monfalcone, maggio 1945, tra storia e propaganda

2 Febbraio 2024 – 18:00 / 20:00

Venerdì 2 febbraio alle ore 18, presso la sede dell’ANPI di via Valentinis, 84, sei invitata/o alla presentazione dello studio storico curato della giornalista e ricercatrice Claudia Cernigoi, riguardante gli eventi dell’immediato dopoguerra a Monfalcone, pubblicata nel dossier:

“Monfalcone, maggio 1945, tra storia e propaganda” – La Nuova Alabarda

Il prossimo 10 febbraio “Giornata del Ricordo”, l’Amministrazione comunale intende erigere un cippo in memoria di 77 “scomparsi”, arrestati dall’Esercito di Liberazione Nazionale Jugoslavo, censiti dello storiografo locale Renato Antonini, con la precisa volontà propagandistica di riscrivere la storia, negando fatti ed esagerando altri, finalizzata allo scopo meramente politico di diffamazione della Resistenza.

La ricerca curata da Claudia Cernigoi, intende fare chiarezza confutando la propaganda, per riportare quegli eventi nella loro dimensione storica.


Firenze, venerdì 2 febbraio 2024

I crimini di guerra italiani dimenticati

ore 17:30, Aula Magna biblioteca di Lettere Brunelleschi, Via del Castellaccio 4

conferenza di Alessandra Kersevan


Trieste, mercoledì 7 febbraio 2024

Casa del Popolo, via Ponziana 14, ore 17:30

Conferenza di Alessandra Kersevan

A PROPOSITO DI MEMORIA: I CAMPI DI CONCENTRAMENTO ITALIANI

Sarà inoltre presentata la nuova edizione del libro “LAGER ITALIANI. Pulizia etnica e campi di concentramento fascisti per civili jugoslavi 1941-1943” (Nutrimenti, 2024).

Evento organizzato dalla sezione CGIL ANPI di Trieste.


Brescia, giovedì 8 febbraio 2024

Operazione foibe: tra storia e mito

ore 20:30, Via Matteotti 6

Incontro – Dibattito con Claudia Cernigoi


Biella, venerdì 9 febbraio 2024

Le foibe istriane del 1943 e il caso Norma Cossetto. Come si falsifica la storia ad uso politico.

ore 20:30, Sala del Museo del Territorio – Chiostro di San Sebastiano

Conferenza con la storica Claudia Cernigoi

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 3 persone e il seguente testo "LEFOIBE ISTRIANE DEL 1943 EIL IL CASO NORMA COSSETTO. COME SI FALSIFICA LA STORIA AD USO POLITICO. CONFERENZA CON _A STORICA Claudia Cernigoi Sala del Museo del Territorio Chiostro di San Sebastiano Biella ore 20.30 ingresso libero 09 febbraio 2024 Aderiscono: nhen"

Firenze, venerdì 9 febbraio 2024

CPA Firenze sud, via di Villamagna 27/A, ore 18:00

Conferenza di Sandi Volk SULLE FOIBE

Socialità e aperitivo a prezzi popolari

Evento organizzato dal Centro Popolare Autogestito CPA Firenze Sud.


Vercelli, sabato 10 febbraio 2024

1943/1947 – Le controverse vicende del confine orientale

ore 18 , ex chiesa di san Pietro Martire, Via Dante 93

con Claudia Cernigoi

evento Facebook : https://fb.me/e/1wW5yFrJf




Parma, sabato 10 febbraio 2024
alle ore 18.00 presso il circolo ARCI Aquila Longhi
vicolo Santa Maria 2

Diciannovesima edizione
Foibe e Fascismo

intervengono:
Roberto Spocci, pres. ANPPIA Parma 
Andrea Martocchia, segr. Coord. Naz. per la Jugoslavia 
Marco Pondrelli, dir. dell’associazione Marx21

organizzazione:
Associazione Nazionale Perseguitati Politici Italiani Antifascisti – ANPPIA

Ingresso gratuito

evento FB: https://www.facebook.com/events/s/foibe-e-fascismo-2024/893831005867652/

LA VIDEOREGISTRAZIONE: 

1) https://youtube.com/watch?v=1SM39CmMqVo&feature=shared
2) https://youtube.com/watch?v=pDxPh13ka9g&feature=shared
3) https://youtube.com/watch?v=0iR4lhPP94M&feature=shared
4) https://youtube.com/watch?v=9-jfJWW6CBY&feature=shared


Bologna, sabato 10 febbraio 2024

E ALLORA LE FOIBE! Può la Memoria distorcere la storia?

Dalle 17 alle 19.30, Sala Falcone Borsellino – Via Battindarno 123 – 40133 Bologna


con
> Pier Giorgio Ardeni
> Marco Fincardi
> Ivan Serra
coordina Margherita Gozzi


Incontro promosso dall’Associazione Venti Pietre
Associazione Manifesto in rete
Sinistra Unita quartieri Borgo-Reno e Porto-Saragozza

evento facebook: https://fb.me/e/1FUoj24eR


Maerne (Ve), sabato 10 febbraio 2024

Sala Kolbe della parrocchia, Piazza IV novembre 3, ore 10:00

Conferenza di Alessandra Kersevan

IL CONFINE ITALO-JUGOSLAVO dalla Seconda guerra mondiale al Trattato di pace di Parigi del 1947. L’uso pubblico della storia

Evento organizzato dalla Sezione ANPI di Olmo-Maerne-Martellago “Giannetto Magnanini”, ANPI di Spinea, ANPI di Salzano, ANPI di Noale.

Potrebbe essere un'immagine raffigurante il seguente testo "A.N.P... ASSOCIAZIONE NAZIONALE PARTIGIANI D'ITALIA SEZIONE "GIANNETTO AGNANN DIOLMO-MAERNE-MARTELLAGO SEZIONE ANPI DI SPINEA -SEZIONE ANPI DISALZANO SEZIONE ANPI INOALE PROMUOVONO UNA Conferenza pubblica della dott.ssa Alessandra KERSEVAN Saggista editrice italiana, specializzata in storia cultura del Friuli- Giulia del Confine Orientale "Giorno del Ricordo" SABATO 10 FEBBRAIO ORE 1000 SALA KOLBE DELLA PARROCCHIA DI MAERNE Piazza IV NOVEMBRE, MAERNE (VE) "Il confine italo-jugoslavo dalla Seconda Guerra Mondiale al Trattato di Pace di Parigi del 1947" uso pubblico della storia" LA CITTADINANZA È INVITATA PARTECIPARE ISCRIVITI ALL'ANPI INGRESSO LIBERO"

Jesolo (Ve), sabato 10 febbraio 2024

Hotel Udinese, via Battisti 25, ore 15:00

Conferenza di Alessandra Kersevan

IL CONFINE ITALO-JUGOSLAVO dalla Seconda guerra mondiale al Trattato di pace di Parigi del 1947. L’uso pubblico della storia

Evento organizzato da Sezione ANPI di Jesolo con la collaborazione di SPI CGIL Venezia Lega Sile e Circolo Auser di Jesolo.

Potrebbe essere un'immagine raffigurante il seguente testo "★A.N.P.. ASSOCIAZIONE NAZIONALE PARTIGIANI D'ITALIA SEZIONE JESOLO PROMUOVE UNA Conferenza pubblica della dott.ssa Alessandra KERSEVAN Saggista editrice italiana, specializzata storia cultura del Friuli- enezia Giulia del Confine Orientale "Giorno del Ricordo" SABATO 10 FEBBRAIO ORE 15h00 SALA' HOTEL UDINESE "Il confine italo-jugoslavo dalla Seconda Guerra Mondiale al Trattato di Pace di Parigi del 1947" "L uso pubblico della storia" LA CITTADINANZA È INVITATA PARTECIPARE ISCRIVITI ANPI INGRESSO LIBERO CGIL SPI SPI VENEZIA LEGA SILE Dauser auser Circolo Jesolo"

Cetona (Si), sabato 10 febbraio 2024

Sala del consiglio comunale, via Roma 41, ore 17:00

Conferenza di presentazione del libro di Piero Purich

METAMORFOSI ETNICHE. I cambiamenti di popolazione a Trieste, Gorizia, Fiume e in Istria – 1914-1975

Sarà presente in videochiamata Lucio Villari.


Perugia, domenica 11 febbraio 2024

Sede ANPI Perugia Bonfigli-Tomovic, via del Cortone 19, ore 17:30

Conferenza di presentazione del libro di Piero Purich

METAMORFOSI ETNICHE. I cambiamenti di popolazione a Trieste, Gorizia, Fiume e in Istria – 1914-1975

Ne discute con l’autore Tommasi Rossi.

In collaborazione con Cronache Ribelli.

Potrebbe essere un'immagine raffigurante il seguente testo "Domenica 11 febbraio ore 17:30 Sezione ANPI Perugia Bonfigli-To Via del Cortone, 19 Presentazione del volume di Piero Purich: Metamorfosi etniche cambiamenti di popolazione Trieste, Gorizia, iume stria. 1914-1975 Ne discute con l'autore Tommaso Rossi, storico In collaborazione con Cronache Ribelli A seguire ricco aperitivo Sarà possibile sottoscrivere/rinnovare la tessera ANPI 2024 CRENAOH *A.N.P.I. Tempslt"

Aquilleia (Ud), mercoledì 14 febbraio 2024

Piccola pinacoteca – via Roma 4, ore 18:00

Presentazione del libro di Alessandra Kersevan

LAGER ITALIANI. Pulizia etnica e campi di concentramento fascisti per civili jugoslavi 1941-1943

Si tratta della nuova edizione migliorata del libro pubblicato dalla “Nutrimenti” di Roma.

Evento organizzato dalla sezione ANPI di Aquileia, con il patrocinio del Comune di Aquileia e la collaborazione della Fondazione Valmi Puntin – Istituto Civico Aquileiese

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 2 persone, birra e testo

San Giovanni Al Natisone (Ud), giovedì 15 febbraio 2024

Villa De Brandis – via Roma 117, ore 18:30

Conferenza di Alessandra Kersevan

IL CONFINE ORIENTALE NEL NOVECENTO TRA STORIA E MEMORIA

Evento organizzato nell’ambito della rassegna “Incontri d’Autore 2024” da TeatroTuttoTondo con il patrocinio del Comune di San Giovanni al Natisone – Assessorato alla Cultura

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 1 persona e il seguente testo "Incontri d'Autore 2024 Villa de Brandis San Giovanni al Natisone Giovedì Giovedì15feb 15 febbraio ore 18:30 Alessandra Kersevan IL CONFINE ORIENTALE NEL NOVECENTO TRA STORIA E MEMORIA N Natisone TEATRO TOND f:.bile@cn tel: 0432939590 @"

ONLINE, giovedì 15 febbraio 2024

in diretta sulla pagina FB di Rifondazione Comunista:

ore 21:00

nell’ambito dei “giovedì antifascisti” del PRC “PER NON DIMENTICARE… NIENTE!”

IL FASCISMO E LA VICENDA DELLE FOIBE

con Alessandra Kersevan, Nemanja Cvijanović, Raul Mordenti

introduce Rita Scarpinelli; conclude Maurizio Acerbo

Altre info e locandina: https://www.facebook.com/photo?fbid=826320909302217&set=a.391451269455852

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 2 persone e il seguente testo "GIOVEDÌ ANTIFASCISTI PER NON DIMENTICARE... NIENTE! Il fascismo le deportazioni (Ebrei, Rom e Sinti, militari e antifascisti/e, omosessuali), la vicenda delle foibe, il colonialismo. GIOVEDÌ 15 FEBBRAIO ORE 21,00 IL FASCISMO E VICENDA DELLE FOIBE Introduce RITASCAPINELLI Responsabile Antifascismo PRC/SE ALESSANDRA KERSEVAN storica NEMANJA CVIJANOVIC artista croato RAUL MORDENTI docente universitario, scrittore CONCLUDE MAURIZIO ACERBO Seg. nazionale PRC/SE IN DIRETTA SULLA PAGINA FACEBOOK PRFONDAZIONE LEINIS PARTITO COMUNISTA COMUNISTA"

Torino, fino al 25 febbraio 2024

Mostra “Quando morì mio padre”

Invio di seguito due note sull’allestimento a Torino della mostra sui bambini sloveni nei campi di concentramento italiani e su un nuovo libro su un carcere istituito in provincia di Gorizia tra il 1941 e il 1943 e dedicato a detenuti politici e ostaggi, di solito famigliari di cittadini sloveni renitenti alla leva.

*§*§*

La collana editoriale promossa dalla Fondazione – Sklad Dorcče Sardoč e dal Centro Leopoldo Gasparini è nata per mettere in contatto storiografia italiana e slovena attraverso traduzioni che consentano uno sguardo comune sulla complessità della storia del nostro Novecento. Il nostro scopo è sempre stato quello di favorire il confronto tra storie e memorie del nostro territorio nel pieno rispetto della loro diversità.
Per questo siamo particolarmente lieti di accogliere nella collana questo nuovo volume: “Cronache di ordinaria persecuzione dal Confine orientale 1942 – 1943” di Metka e Boris M. Gombač. Un libro importante per la ricerca storiografica ma anche un libro necessario per la nostra memoria civile.

I temi principali affrontati dal volume sono la storia del Carcere sussidiario di Sdraussina (Poggio Terza Armata) nel Comune di Sagrado e la persecuzione subita dalla Comunità di Branik, oggi gemellata con il Comune di Sagrado, assunta a simbolo di tutte la comunità slovene della allora provincia di Gorizia.

Sono vicende che si collocano in una pagina della nostra storia, quella degli anni compresi tra l’invasione della Jugoslavia e l’armistizio italiano, relativamente poco indagata dalla storiografia italiana e su cui ci sono state poche occasioni di confronto con la storiografia slovena.

Questo ha permesso il consolidarsi di alcuni stereotipi. La storiografia slovena, ad esempio, in alcuni casi ha sottovalutato l’importanza dell’attività dell’organizzazione comunista italiana prima del 1943 così come quella italiana non ha sempre considerato appieno il peso dell’opposizione clandestina dei partiti nazionali sloveni. Le prime battaglie partigiane, del 1943 per gli italiani e del 1942 per gli sloveni, sono precedute da un intenso e lungo lavoro clandestino che ha impegnato al massimo gli organismi repressivi dello stato fascista, tutt’altro che allo sbando nei primi anni di guerra.

Nella ricostruzione di Metka e Boris M. Gombac possiamo cogliere tutta la violenza liberata in queste zone dallo stato italiano dopo l’invasione della Jugoslavia che trasformò la provincia di Gorizia non nella retrovia di un fronte ma in un nuovo fronte di guerra in cui le differenze con le operazioni condotte nella provincia di Lubiana divennero estremamente labili. Deportazioni di ostaggi, arresti di massa sequestri di beni, incendio di paesi e uccisioni colpirono pesantemente le comunità slovene della valle del Vipacco, dell’alta valle dell’Isonzo e del Carso. La strategia del terrore degli occupanti tedeschi non fu quindi una novità in queste zone per una popolazione già segnata da lutti e violenze.

Esemplare anche in questo il caso della comunità di Branik che vide decine di paesani detenuti nel carcere di Sdraussina molto prima che le stesse celle ospitassero la quasi totalità della comunità avviata alla deportazione in Germania.

Nell’affidare ai lettori queste pagine vogliamo ringraziare , assieme agli autori e ai traduttori, il Comune di Sagrado e la Comunità Locale di Branik che hanno sostenuto questo progetto e le associazioni dei partigiani e degli ex deportati che hanno aperto la strada alla ricerca, anche grazie al lavoro di Franc Bandelj e Livio Clemente, protagonisti, allora quindicenni, nella battaglia partigiana di Gorizia e poi amici fino alloro ultimo giorno, uniti nella volontà di trasmettere alle generazione più giovani quei valori di giustizia e libertà che avevano guidato le loro scelte di vita.

Boris Peric e Dario Mattiussi


Fondazione – Sklad Dorče Sardoč https://skladsardoc.it/index.php?&lang=it

Centro Leopoldo Gasparini http://www.istitutogasparini.it/

Fonte: https://www.storiastoriepn.it/due-iniziative-sulla-persecuzione-italiana-degli-sloveni-in-italia-durante-la-seconda-guerra-mondiale/

This entry was posted in attualità e iniziative, foibe, revisionismo e falsificazioni, su di noi, articoli e testi, chi siamo. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.